app mobile

È stato pubblicato da qualche settimana il libro “APP Mobile – Regimi fiscali, aspetti contabili e profili giuridici” edito da Maggioli Editore: un’analisi del mercato delle App Mobile, i principali business model, la crescita ed i margini degli sviluppatori introducono al tema della tassazione delle App e degli adempimenti fiscali degli sviluppatori.

Diverse forme

Vengono esaminate dagli autori (i due commercialisti Dario Grilli e Maurizio Secco) le diverse forme con cui può operare uno sviluppatore in Italia ed i vari obblighi fiscali connessi (Intrastat, Black List, IVA, etc…. ).

Nel libro sono identificati gli elementi distintivi delle vendite di App Mobile dal punto di vista fiscale, giuridico e contabile e considerati i margini che residuano ai developer nei diversi casi di cessione delle App.

La tassazione è infatti differente a seconda che si tratti di vendite tramite iTunes Sarl (ad esempio per l’Europa), Apple Inc (USA) o Google Play.

App negli Store

Dall’esame dei contratti con Apple e Google che gli sviluppatori devono accettare per poter pubblicare le App,  gli autori delineano la tipologia di fatturazione sulla base della nazionalità dell’acquirente e del tipo di store da cui scarica l’App.

  • App Store = fattura ad Itunes Sarl o altre succursali di Apple sulla base delle tabelle contenenti nel contratto.

  • Google Play = fattura all’utente finale direttamente dallo sviluppatore (non è sufficiente la ricevuta inviata via e-mail da Google).

Quindi gli sviluppatori Android che pubblicano su Google Play dovrebbero emettere fattura direttamente all’utente finale e non è sufficiente per la legislazione italiana la ricevuta che Google invia via e-mail.

Apple, invece, tramite iTunes Lussemburgo assolve all’IVA in Europa ma solo al 15% contro il 22% di quella italiana (vengono stimate le entrate perse dall’erario Italiano).

Tale diversità di trattamento fiscale e giuridico comporta significative differenze in termini di adempimenti e margini per gli sviluppatori.

Attività occasionali dei minimi sino alle Società di Capitali

Il libro contiene inoltre una disamina delle diverse forme con cui è possibile vendere le App (dall’attività occasionale al regime dei minimi sino alle Società di Capitali) ed esempi di fatture ad iTunes ed Apple ed ad utenti Android per acquisti sul Google Play.

Vogliamo consigliarti la lettura e l'approfondimento di Marketing e Comunicazione per gli studi professionali, in quanto ti permetterà di completare l'argomento di questo articolo. E' disponibile anche con un forte sconto.
Nel capitolo conclusivo si affrontano i problemi principali derivanti dall’attuale normativa e si propongono soluzioni e alternative.

Per approfondimenti o ulteriori informazioni potete visitare il link app-mobile.info

Redattore

Redattore

La Redazione dell'Editoriale Commercialista.com ti offrirà tutorial, approfondimenti e consigli per ottenere il massimo dalla tua attività!
Dossier e Tutorial ti aiuteranno nell'ottimizzazione degli introiti o come meglio gestire le tue operazioni aziendali.
Redattore

Richiedi Consulenza


Hai domande su Argomenti d'attualità? Ricevi gratuitamente e senza impegno proposte da professionisti selezionati direttamente nella tua email!

Clicca qui
cerca cerca commercialista cerca commercialista