Aprire un e-commerce: quando la burocrazia è tutto

Quante volte abbiamo pensato, sia nel caso di giovani magari alle prime esperienze con il mondo del lavoro o soggetti più “anziani” che vogliono arrotondare il proprio stipendio, di aprire un negozio online (o e-commerce per i più avvezzi alla lingua inglese)?

Attività online

Che sia un negozio Ebay, un semplice profilo Ebay, un negozio Amazon o un vero e proprio e-commerce con sito proprio (magari in dropshipping) fa poca differenza: l’importante è vendere, e sopratutto guadagnare (cosa sicuramente più difficile).

Sistemi di vendita

I sistemi di vendita online si sono molto evoluti negli ultimi anni, ed è ormai piuttosto semplice: anche se non si utilizza un sistema come Ebay (già pronto all’uso) o Amazon ci sono molti esempi di e-commerce che si possono creare “in un click” o comunque senza avere troppa dimestichezza con il mondo html e con i siti internet in genere (non li elenchiamo magari per non fare troppa pubblicità).

In linea di massima è quindi molto semplice creare un negozio virtuale e vendere qualunque tipo di prodotto via internet (ovviamente bisognerà poi, come tutti i negozi, essere bravi nella vendita e a farsi “trovare” in rete).

Come regolarizzarsi però da un punto di vista fiscale?

Leggi anche:  Nuova attività: prestazione occasionale o partita IVA?

E’ una delle domande che attanaglia chi si avvicina al mondo e-commerce, e vi posso assicurare che non è altrettanto semplice, anche se le procedure sono state sicuramente semplificate da qualche anno a questa parte.

Innanzitutto non è più necessario recarsi presso tutti gli enti competenti per le iscrizioni, ma basta regolarizzarsi con un’unica comunicazione (Comunica ovvero Comunicazione Unica) che iscrive a tutti gli enti preposti, che nel dettaglio sono:

  • il comune dove ha sede l’attività;
  • l’Agenzia delle Entrate per la partita iva;
  • il Registro Imprese;
  • l’INPS.

Per avviare da soli l’attività bisognerebbe accreditarsi comunque presso tutti gli enti sopra (Telemaco, Entratel/Fisconline, INPS online), possedere una firma digitale e una PEC (che è in ogni caso obbligatoria da ottobre 2012 per avviare un’attività): il consiglio che possiamo dare è di rivolgersi sempre ad un esperto, che riuscirà ad effettuare le iscrizioni in maniera molto più veloce e senza dispendio di tempo (e soprattutto con la minima possibilità di errori.

In dettaglio

Vediamo in dettaglio come muoversi (o almeno come operiamo solitamente noi):

Vogliamo consigliarti la lettura e l'approfondimento di Marketing e Comunicazione per gli studi professionali, in quanto ti permetterà di completare l'argomento di questo articolo. E' disponibile anche con un forte sconto.
  1. Segnalazione al Comune (SCIA): il primo passaggio è questa comunicazione al Comune con indicazione dell’indirizzo del sito attraverso cui si vende ed i dettagli dell’attività. È fondamentale poiché la Camera di Commercio richiede la ricevuta di presentazione e la SCIA stessa per poter procedere. In tutti i comuni tale segnalazione è ormai telematizzata (attraverso il portale “impresainungiorno” o consegnata PEC to PEC), ma è sempre bene contattare il SUAP di competenza perché in molti in Italia non si sono adeguati. È possibile inviare la SCIA contestualmente alla Comunicazione Unica. Non ha solitamente costi per diritti (in alcuni comuni come Roma vi è un costo).
  2. Comunicazione Unica: la comunicazione iscrive a tutti gli enti e permette quindi di aprire la partita iva, iscriversi al Registro Imprese e all’INPS commercianti (obbligatorio per attività di commercio). È sempre consigliato avere una propria firma digitale perché diverse Camere di Commercio richiedono la firma digitale del titolare dell’impresa e non permettono l’utilizzo di una procura di intermediario per l’avvio attività. Il costo per la Comunicazione Unica è di 88-106 euro per il diritto camerale anticipato del primo anno (in base alla provincia) + 35,50 euro per diritti e bolli di segreteria.
Leggi anche:  Il modello di fattura: cosa inserire?

 

Rosario Emmi

Rosario Emmi

Giovane commercialista molto attento al mondo delle start-up e con una propensione al lavoro sul web
Rosario Emmi

Latest posts by Rosario Emmi (see all)

Sei un professionista?


Ottieni nuovi clienti sfruttando le grandi potenzialità del Web!

Registrati gratis
cerca cerca commercialista cerca commercialista