Incentivi per investimenti esteri in Slovenia

Creare un clima che stimoli gli investimenti rappresenta una sfida per lo sviluppo economico della Slovenia. I fondi per gli incentivi finanziari, insieme ad un adeguato quadro fiscale e ad uno scenario macroeconomico stabile, rappresentano da sempre uno strumento della politica slovena.

Investitori esteri

Per gli investitori esteri è stato ideato un sistema di incentivi, con l’obiettivo di imprimere un’accelerazione allo sviluppo economico della Slovenia. Vengono promossi i progetti d’investimento, che contribuiscono alla creazione di nuovi posti di lavoro, per il trasferimento di nuove tecnologie e know-how e che portano a opportunità di outsourcing, nonché alla collaborazione tra aziende locali e straniere. I costi della mano d’opera, compresi i contributi, sono tra più bassi nei paesi confinanti con l’Italia, mentre l’affidabilità e la produttività sono paragonabili a quelli dell’Italia.

Finanziamenti a fondo perduto a favore degli investitori esteri

Le aziende estere che hanno intenzione di investire in Slovenia possono richiedere delle sovvenzioni finanziarie a fondo perduto o a tasso agevolato. Lo scopo del progetto è di incrementare il potere d’attrazione della Slovenia come sito per Investimenti Diretti Esteri, (IDE) abbassando i costi di start-up e d’avviamento, per quelle aziende i cui investimenti abbiano un impatto positivo sull’economia slovena.

Il programma d’incentivi mira alla motivazione e alla semplificazione degli investimenti. L’obiettivo di questi incentivi consiste nel ridurre la barriera dei costi iniziali per nuove imprese nel settore della produzione e dei servizi, al fine di renderle concorrenziali sui mercati internazionali.

Nell’ambito del Progetto di sovvenzionamento degli IDE tramite condivisione dei costi, vengono assegnati degli incentivi finanziari alle aziende estere che abbiano dei progetti d’investimento destinati ad essere realizzati da ditte costituite in Slovenia, nelle quali le compagnie estere abbiano una partecipazione di capitale diretta di almeno il 10%.

Gli obiettivi del progetto sono: attrarre in Slovenia gli investitori che creino nuove assunzioni in modo particolare nelle industrie con maggior valore aggiunto; contribuire al trasferimento di know-how e alta tecnologia, contribuire all’ottenimento di uno sviluppo regionale più equilibrato, facendo altresì in modo che dei benefici effetti risultino grazie alla sinergia tra gli investitori stranieri e le compagnie slovene nonché contribuire alla protezione della natura e alla riduzione dell’inquinamento.

Bando rivoto ai progetti IDE

Il bando è rivolto ai progetti IDE che investano in terreni, impianti e attrezzature e/o in beni immateriali, sia fondando una nuova azienda sia espandendo delle attività già esistenti o anche diversificando la produzione, purché ciò rientri nei settori dell’industria manifatturiera, dei servizi commercializzati internazionalmente (quali i call center, i centri servizi condivisi, i centri di distribuzione e logistici, ecc.) e della ricerca e sviluppo.
Gli investitori esteri possono chiedere un cofinanziamento a patto che presentino un progetto d’investimento che, una volta realizzato, crei entro 3 anni almeno 25 nuovi posti di lavoro (se il progetto rientra nel settore manifatturiero), 10 nuovi posti di lavoro (se il progetto rientra nel settore dei servizi), o 5 nuovi posti di lavoro (se il progetto rientra nel settore della ricerca e sviluppo). Le domande devono essere presentate entro il 23 agosto, ed entro 60 giorni l’ente preposto ad elaborare le domande dovrà esprimere un parere sul progetto.

Incentivi per la creazione di nuovi posti di lavoro

Per tutte le imprese esistono delle agevolazioni per chi assume personale che non ha ancora compiuto i 26 anni o madri di bambini con età inferiore a tre anni, in questo caso l’Istituto per la previdenza sociale dopo due anni restituisce al datore di lavoro il 50% dei contributi pagati il primo anno e il 30% dei contributi pagati il secondo anno. Per chi assume persone anziane è prevista la parziale esenzione dal pagamento dei contributi nella misura del 30% per le persone che hanno compiuto 60 anni e del 50% per le persone che hanno già maturato i requisiti per la pensione ma che continuano a lavorare.

L’Ufficio di Collocamento della Slovenia esegue una serie d’interventi per promuovere la creazione di posti di lavoro. Fornisce consulenze e supporta i datori di lavoro che assumono nuovo personale. I datori di lavoro che intendono assumere disoccupati possono presentare una domanda per corsi di formazione o riqualificazione gratuita che in Slovenia sono offerti anche dalle autorità locali.

Incentivi fiscali

L’attuale imposta sul reddito delle persone giuridiche è stata fissata al 17% della base imponibile per il 2013 e sarà ridotta al 15% entro il 2015.

Vogliamo consigliarti la lettura e l'approfondimento di Marketing e Comunicazione per gli studi professionali, in quanto ti permetterà di completare l'argomento di questo articolo. E' disponibile anche con un forte sconto.

Agevolazioni fiscali per investimenti di capitali: deduzione del 20% della base imponibile per gli investimenti in ricerca e sviluppo. L’ammontare complessivo delle deduzioni può aumentare fino a raggiungere il 30-40% a seconda di quanto previsto dai programmi regionali. L’agevolazione globale è tuttavia limitata all’ammontare della base imponibile.

Daniele Melloni

Daniele Melloni

Daniele Melloni dal 1993 vive e lavora in Slovenia come dottore commercialista nella zona di Lubiana
Daniele Melloni

Sei un professionista?


Ottieni nuovi clienti sfruttando le grandi potenzialità del Web!

Registrati gratis
cerca cerca commercialista cerca commercialista