Startup fatevi avanti, nel B2B c’è molto spazio – Startup Round-up

Oggi vogliamo condividere una storia molto interessante, da cui molte startup dovrebbero prendere ispirazione.

“Circa 8 anni fa mi trovavo a lavorare presso una grossa banca di livello mondiale dove facevo back office. Raramente racconto questa storia, che ha avuto un impatto negativo sulla mia carriera. Eccetto forse per una lezione.

CMS infernali

Io e altri miei colleghi abbiamo usato giorno per giorno un CMS infernale, che serviva per gestire il sito internazionale, quelli locali, l’intranet e altri contenuti. Se solo questa cosa funzionasse, era ciò che dicevo.

Quando il sistema andava in crash, l’upload dei file via FTP falliva e il sito andava giù. Non c’erano versioni precedenti o si poteva tornare indietro, così se facevi casini con l’upload, alla fine avevi un sito metà aggiornato e metà vecchio. C’erano specifiche per nominare i file da caricare e se non le seguivi il sistema falliva.

Ovviamente il sistema era in un datacenter, con un hardware dedicato superiore alle vere necessità, in una località remota dove non eravamo noi a risolvere i problemi hardware, ma un anonimo tecnico dall’altra parte del mondo.

Qualche anno dopo ho saputo che il CMS era gestito da una società che ci faceva pagare poco più di 2 milioni di dollari all’anno.

Arriviamo velocemente a oggi

Ogni giorno centinaia di milioni di persone vanno a lavoro e odiano il software che loro devono usare per il proprio lavoro.

Ogni giorno migliaia di startup provano a realizzare qualcosa per rendere più facile la condivisione dei video o aggiungere ai preferiti le foto dei gatti.

Nel mondo ci sono moltissime società di software che stanno facendo i milioni dando soluzioni tecnologiche che molte startup non prenderebbero neanche in considerazione nel loro business.

Però chi crea una startup lo fa pensando, o sperando, che un giorno verrà acquisita da un big come Google o Facebook.

Per questo l’attenzione maggiore è spesso rivolta all’utente finale, al “consumer”: questo porta a troppo B2C e all’idea di fare soldi con un prodotto scalabile.

Ma c’è bisogno di più equilibrio nel mercato

Come startup, quanto potresti resistere prima di arrivare a break even?
L’obiettivo primario di una startup è, e deve essere, sopravvivere.

Vogliamo consigliarti la lettura e l'approfondimento di Marketing e Comunicazione per gli studi professionali, in quanto ti permetterà di completare l'argomento di questo articolo. E' disponibile anche con un forte sconto.

Soldi nel B2C

Perché mentre i big possono fare soldi nel B2C provando diversi modelli di business, ciò non vale per chi è con pochi fondi. Il giorno di paga arriverà molto prima e in modo più prevedibile se ci si concentra a risolvere uno degli infiniti problemi che le imprese hanno. Grandi, medie e piccole aziende, non importa, fate la vostra scelta perché tutte hanno problemi da risolvere.

Redattore

Redattore

La Redazione dell'Editoriale Commercialista.com ti offrirà tutorial, approfondimenti e consigli per ottenere il massimo dalla tua attività!
Dossier e Tutorial ti aiuteranno nell'ottimizzazione degli introiti o come meglio gestire le tue operazioni aziendali.
Redattore

Sei un professionista?


Ottieni nuovi clienti sfruttando le grandi potenzialità del Web!

Registrati gratis
cerca cerca commercialista cerca commercialista