Con questo secondo articolo dopo aver affrontato il sistema fiscale Svizzero, offro una breve disamina sul sistema fiscale austriaco.

Uno dei punti di forza dell’Austria è rappresentato dal suo sistema fiscale vicino alle imprese. Un’unica tassazione sugli utili del 25%, nessun studio di settore, nessuna imposta sulle unità produttive, nessuna imposta sulle donazioni o successioni.

Da precisare che grazie a una più ampia base imponibile delle spese detraibili la tassazione media risulta essere pari al 22%.

1) Tassazione di gruppo

La tassazione di gruppo austriaca è particolarmente interessante soprattutto per le aziende che operano a livello internazionale. Se più imprese si uniscono dando vita ad un gruppo di imprese, il risultato fiscale dei membri austriaci del gruppo viene imputato alle rispettive case madri e infine tassato in base al saldo dalla società capogruppo. In questo modo le perdite fiscali delle singole società del gruppo possono essere subito controbilanciate dagli utili fiscali di altre società facenti parte del gruppo.

2) Detrazione fiscale per la ricerca

Per le spese destinate “allo sviluppo o al miglioramento delle invenzioni di grande valore dal punto di vista politico-economico”, può essere applicata l’esenzione dalle tasse per l’anno in cui tali investimenti sono stati sostenuti. L’importo esente ammonta in linea di massima al 25% delle spese di ricerca, il che significa che è possibile detrarre dagli utili il 25% dei costi di ricerca. Si può richiedere un’esenzione maggiorata pari al 35% se le spese di ricerca superano la media degli ultimi tre anni.

3) Detrazione fiscale per la formazione

La quota percentuale esentasse con riferimento ai costi diretti di istruzione per le attività aziendali di formazione e aggiornamento è pari al 20%.

Leggi anche:  Acquisto abitazione principale 2016

4) Imposta sul reddito

Il reddito delle persone fisiche è soggetto ad una tassazione progressiva compresa fra 0 e 50 percento.

A. La tassazione sui redditi delle persone giuridiche

In Austria, gli utili delle società di capitali sono sottoposti all’imposta sui redditi delle persone giuridiche, che prevede un’aliquota unica proporzionale del 25%.

B. La tassazione sui redditi di “Gruppo”: grandi vantaggi, se la sede è in Austria

Sia i grandi gruppi internazionali, ma anche società più piccole con società affiliate, possono avere enormi vantaggi dal dislocare la propria attività in Austria. Le nuove regole rendono più appetibile l’Austria come sede d’impresa, soprattutto per le regioni dell’Est Europa.

Tale sistema permette a livello di gruppo di definire una sola base imponibile per tutte le società appartenenti al gruppo, con eventuale compensazione delle perdite, anche oltre confi­ne, e degli utili delle varie società.

La “Tassazione di Gruppo” può essere applicata in presenza di una quota di partecipazione di almeno il 50% e una azione. Un’ulteriore particolarità introdotta con la tassazione di gruppo è la possibilità di ammortizzare in 15 anni l’avviamento contenuto nel prezzo di acquisto di una partecipazione in una società operativa confluita nel gruppo, cosa che in altri Paesi al momento non è ancora possibile.

C. Agevolazioni fiscali

Il sistema austriaco offre diverse possibilità di detrazione, facendo scendere l’onere fiscale per le aziende fino al 23%. A questo contribuisce un sistema di detrazioni, deduzioni, premi e incentivi per spese in investimenti, ricerca, formazione e per l’apprendistato, la deduzione delle perdite o il riporto di riserve immobilizzate.

E. Esenzione d’imposta per investimenti in ricerca

In ambito R&S, l’Austria offre il sistema fiscale attraente. I costi della la ricerca sono detraibili fino al 35%, se finalizzati allo sviluppo o al miglioramento di invenzioni valide da un punto di vista socio-economico. Per le imprese che non totalizzano utili nell’anno in cui vengono effettuati gli investimenti si offre in alternativa la possibilità di richiedere un premio di ricerca pari all’8 percento della spesa sostenuta.

Leggi anche:  Aspetti contabili del lavoro interinale

F. Esenzione d’imposta per investimenti in formazione

L’ammontare dell’investimento in formazione e perfezionamento dei dipendenti esente da imposta può arrivare fino al 20%. In alternativa si può richiedere un premio per la formazione pari al 6% della spesa sostenuta.

G. Imposta sui redditi da capitale

La tassa sui redditi da capitale è del 25% che si tratti di persone fisiche, società di persone o imprese individuali; nella maggior parte dei casi questi redditi non rientrano nel calcolo delle imposte sui redditi.

H. La tassazione sui redditi delle persone fisiche

Similarmente a quanto previsto per le persone giuridiche anche le persone fisiche aventi in Austria la propria residenza o che comunque vi soggiornino abitualmente (se la durata del soggiorno è inferiore ai 183 giorni non si definisce il soggiorno abituale), sono obbligate ad assoggettare in Austria a tassazione sia i redditi maturati sul territorio nazionale austriaco sia quelli maturati all’estero.

Soggetti a tassazione

Sono soggetti a tassazione obbligatoria tutti i redditi derivati da:

Vogliamo consigliarti la lettura e l'approfondimento di Marketing e Comunicazione per gli studi professionali, in quanto ti permetterà di completare l'argomento di questo articolo. E' disponibile anche con un forte sconto.
  • redditi agricoli e forestali
  • redditi da lavoro autonomo, da libera professione e altre attività indipendenti
  • redditi d’impresa
  • redditi da lavoro dipendente
  • redditi da capitale
  • redditi locazione di immobili
  • redditi diversi

I redditi derivati da fonti qui non indicate non sono soggetti a tassazione. Il calcolo dell’imposta sui redditi si basa su aliquote progressive tra lo 0 e il 50%.

Giacomo Breda

Giacomo Breda

Dottore commercialista italiano e Sudafricano, offre consulenza societaria e fiscale per costituzione e delocalizzazione societaria verso la Confederazione Elvetica, la Repubblica del Sudafrica e la Repubblica d'Austria. Esegue pure consulenza ed analisi sulla compliance bancaria, normativa antiriciclaggio italiana e estera (LRD, OAIF, ORD-FINMA, FATCA per esempio).
Giacomo Breda

Sei un professionista?


Ottieni nuovi clienti sfruttando le grandi potenzialità del Web!

Registrati gratis
cerca cerca commercialista cerca commercialista