Nuove assunzioni nei settori e nelle professioni ad alta disparità occupazionale

Il primo comma dell’art. 4 Cost. sancisce che: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendono effettivo questo diritto”.

La nostra Costituzione, con lo stabilire il principio della tutela del lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni, e con l’estendere al lavoro femminile, la legge in materia di lavoro, ha voluto attuare la parità di diritto tra uomo e donna.

Principi costituzionali

In piena attuazione dei principi costituzionali, il Ministero del Lavoro e quello dell’Economia, con due distinti decreti ministeriali, hanno individuato, per gli anni 2013/2014, i settori e le professioni, limitatamente al settore privato, caratterizzate da un tasso di disparità occupazionale che superi la soglia del 25% al fine della concessione dello sgravio contributivo previsto dalla Legge Fornero.

Riduzione contributiva

A decorrere dal 1° gennaio 2013, la Legge Fornero n. 92/2012 testè menzionata, all’art. 4, c. 8-11, prevede una riduzione contributiva del 50% della contribuzione dovuta dal datore di lavoro per l’assunzione dei lavoratori over 50, disoccupati da oltre 12 mesi, e di donne di qualunque età, prive di impiego da almeno ventiquattro mesi ovvero prive di impiego da almeno sei mesi e appartenenti a particolari aree.

Lavoratori ai quali spetta l’incentivo

Rientrano nell’ambito della L. n. 2 del 28 giugno 2012:

  • Uomini o donne con almeno 50 anni d’età e disoccupati da oltre 12 mesi
  • Donne di qualsiasi età, residenti in aree svantaggiate e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi
  • Donne di qualsiasi età, con una professione o di un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi
  • Donne di qualsiasi età, ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi

Ai sensi dell’art. 20, comma 5 ter, lettera c) del decreto legislativo 10 settembre 2003 n. 276, la locuzione legislativa “privo di impiego regolarmente retribuito” deve essere interpretata in conformità ai criteri di valutazione definiti con il decreto del Ministero del lavoro del 20 marzo 2013, pubblicato sulla G.U. n. 153 del 2 luglio 2013.

Quando spetta l’incentivo

L’incentivo spetta per:

  • Le assunzioni a tempo indeterminato
  • Assunzioni a tempo determinato
  • Trasformazioni a tempo indeterminato di un precedente rapporto agevolato
  • Assunzioni part-time
  • Assunzioni a scopo di somministrazione
  • Rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo stretto con una cooperativa di lavoro
Restano esclusi dall’agevolazione i rapporti di lavoro domestico, intermittente, ripartito, accessorio.

Settori e attività

L’ambito di applicazione della Riforma Fornero riguarda i seguenti settori:

  • Agricoltura: tutte le attività
  • Industria: costruzioni, industria energetica, industria manifatturiera, industria estrattiva, acqua e gestione rifiuti
  • Servizi: informazione e comunicazione, organizzazione e organismi extraterritoriali, servizi generali della P.A., trasporto e magazzinaggio

Professioni

Le professioni, invece, contenute nei due decreti sono le seguenti:

  • Imprenditori e responsabili di piccole aziende
  • Specialisti della salute
  • Conduttori di impianti industriali
  • Imprenditori, amministratori e direttori di grandi aziende
  • Artigiani e operai specializzati: meccanica di precisione, artigianato artistico, stampa e assimilati
  • Operai semiqualificati di macchinari fissi per lavorazioni in serie e operai addetti al montaggio
  • Professioni non qualificate nell’agricoltura, nella manutenzione del verde, nell’allevamento, nella silvicoltura e nella pesca
  • Servizi, sovraintendenti e marescialli delle forze armate
  • Ufficiali delle forze armate
  • Truppa delle forze armate
  • Operatori di macchinari fissi in agricoltura e nell’industria alimentare
  • Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione
  • Specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali
  • Conduttori di veicoli, di macchinari mobili e di sollevamento
  • Artigiani e operai metalmeccanici specializzati e installatori e manutentori di attrezzature elettriche e elettroniche
  • Professioni non qualificate nella manifattura, nell’estrazioni di minerali e nelle costruzioni
  • Ingegneri, architetti e professioni assimilate
  • Agricoltori e operai specializzati di: agricoltura, foreste, zootecnica, pesca e caccia
  • Membri dei corpi legislativi e di governo, dirigenti e equiparati dell’amministrazione pubblica, nella magistratura, nei servizi di sanità, istruzione e ricerca e nelle organizzazioni di interesse nazionale e sovranazionale
  • Artigiani e operai specializzati di: industria estrattiva, edilizia e manutenzione edifici

La durata

In caso di assunzione a tempo indeterminato, la riduzione spetta per 18 mesi. Fino a 12 mesi, nell’ipotesi di assunzione a tempo determinato.

Ove il rapporto venisse trasformato a tempo indeterminato, la riduzione è riconosciuta per complessivi 18 mesi.

Per fruire dell’incentivo tutti i datori di lavoro devono inoltrare apposita comunicazione all’INPS. La comunicazione deve essere presentata avvalendosi del modulo di istanza online “92-2012”, reperibile presso il sito internet inps.it.

Vogliamo consigliarti la lettura e l'approfondimento di Marketing e Comunicazione per gli studi professionali, in quanto ti permetterà di completare l'argomento di questo articolo. E' disponibile anche con un forte sconto.
Entro il giorno successivo all’inoltro, i sistemi informatici centrali effettuano alcuni controlli formali attribuendo alla comunicazione un esito positivo o negativo.

Sarà poi l’Inps che effettuerà a posteriori, in sede di verifica amministrativa, i necessari controlli circa la effettiva sussistenza dei presupposti dell’incentivo.

Wladimiro Iarriccio

Wladimiro Iarriccio

C.F.O. con un'ottima esperienza nei settori dell'organizzazione aziendale, della contabilità industriale, della revisione legale dei conti e della gestione di tesoreria.
Wladimiro Iarriccio

Richiedi Consulenza


Hai domande su Normativa? Ricevi gratuitamente e senza impegno proposte da professionisti selezionati direttamente nella tua email!

Clicca qui
cerca cerca commercialista cerca commercialista