Sei esperto del settore?
Diventa subito Autore!

Inizia a scrivere

Partita iva Regime minimi 2016

Partita iva Regime minimi 2016

Partita iva Regime minimi 2016

Partita iva Regime minimi 2016

    legge di stabilità 2016

    Home » legge di stabilità 2016
    ­
    18 02, 2016

    Legge di Stabilità e Agricoltura nel 2016

    Di |febbraio 18th, 2016|Categorie: Agricoltura|Argomenti trattati: , , , , |0 Comments

    Mediante la L. 28/12/2016 n. 208 (c.d. legge di stabilità 2016), viene disposto un pacchetto ampio e variegato di misure destinate sia alla crescita economica delle imprese agricole sia all’abbattimento degli oneri fiscali a loro carico ai fini delle imposte dirette ed indirette. La decorrenza delle nuove disposizioni a favore dell’agricoltura è prevista a partire dall’1/1/2016. Aumenta, tra l’altro, la percentuale di compensazione sul latte fresco, oltre che sui bovini e sui suini (art. 1, co. 908). Ecco i dettagli in merito.
    15 01, 2016

    Pagare in contanti sopra 3000 euro: Rate e Sanzioni

    Di |gennaio 15th, 2016|Categorie: Contabilità|Argomenti trattati: , , , |0 Comments

    Dal 1 gennaio 2016 è attiva la soglia, dettata dalla Legge di Stabilità 2016, in tema di pagamenti in denaro contante, per la quale il limite massimo di utilizzo che va da 1.000 a 3.000 euro. Oltre tale tetto massimo, viene vietato il libero pagamento di denaro contante o libretti al portatore/deposito bancari. Tale limite ha una possibilità di svincolo ed è regolamentata esplicitamente dalla legge se è vivo l'accordo da entrambe le parti: in questo modo viene legittimato il pagamento in contanti, anche se l'ammontare da pagare supera i 3.000 euro. Come funziona?
    11 01, 2016

    Cessioni ai soci 2016: immobili, beni mobili, azioni e quote

    Di |gennaio 11th, 2016|Categorie: Fisco|Argomenti trattati: , , , , , , |0 Comments

    La legge di Stabilità 2016, all’articolo 1, commi 115-121, ha introdotto agevolazioni fiscali riguardanti la cessione o l’assegnazione di beni immobili, mobili registrati, azioni o quote. Lo “sconto fiscale” ha natura temporanea e consiste nell'applicazione di un’imposta sostitutiva su redditi IRPEF/IRES e dell’IRAP, mentre, per quanto concerne l’imposta di registro, la riduzione arriva al 50%.