Fai la tua richiesta e ricevi subito proposte dai nostri professionisti
Servizio richiesto

Cliccando su "Invia Richiesta" accetti le norme sulla privacy.

Belinda Minneci

Belinda Minneci

Commercialista

3

5 contatti ricevuti a richieste e preventivi

Mi occupo quasi esclusivamente di attività di consulenza fiscale : compilazione modelli 730, contabilità di professionisti, di società in contabilià semplificata e in contabilità ordinaria, redazione...

Indirizzo:
Via Antonio Panizzi 6,
20146 Milano (Milano)
Matricola: 5707 - Note legali
Cellulare: +39 335/722797**

Servizi offerti

Descrizione

Mi occupo quasi esclusivamente di attività di consulenza fiscale : compilazione modelli 730, contabilità di professionisti, di società in contabilià semplificata e in contabilità ordinaria, redazione dei modelli fiscali previsti (dichiarazione dei redditi/ modelli 770/ dichiarazioni modelli intrastat, dichiarazioni operazioni con Paesi black list) , redazione dei bilanci, consulenza fiscale.
Inoltre svolgo anche attività di contenzioso tributario: ricorsi in commissione tributaria provinciale e regionale, contradditorio presso gli Uffici dell'Agenzia delle Entrate per evitare il contenzioso (accertamento con adesione o sgravio cartelle in autotutela)

Curriculum

Mi sono laureata in Economia e Commercio all'Università Cattolica di Milano nel 1996, sono iscritta nell'Albo dei dottori commercialisti e revisori contabili di Milano nel 2001.
Nel 1997 ho iniziato il tirocinio triennale presso lo Studio Professionale Minneci e dopo l'abilitazione, sempre nello stesso studio, ho proseguito l'attività prima individualmente e poi dal 2005 in associazione.
I miei clienti sono persone fisiche, professionisti (medici, avvocati, architetti,consulenti), ditte individuali, società di persone, società di capitali (immobiliari, commercio al dettaglio,bar).
Ho gestito diverse pratiche di contenzioso tributario (ricorsi irap, ricorsi contro cartelle esattoriali, ricorsi contro accertamenti), sgravi di cartelle di pagamento in autotutela, accertamenti con adesione.

Risposte inviate

5 Richieste di preventivo o consulenza ricevute. Chiedi anche tu

  1. Preventivo commercialista per Avviare Attività 26/2/2013 @ Novate Milanese

    Buongiorno, mi chiamo <omissis>, sono un'artista, mi occupo di diverse attività artistiche, produco sculture in diversi materiali, tra cui ceramica e cartapesta, inoltre svolgo saltuariamente dei corsi, partecipo a manifestazioni come fiere e mercati, espongo in gallerie e negozi. Vorrei aprire la P.I. per mettermi in regola e non correre rischi, vorrei iscrivermi come libero professionista, inoltre un mio collega mi ha detto che lui ha aperto una P.I. da libero professionista "minima", dice ch...

    • Commercialista.com
      Risposta 26/2/2013

      Buongiorno signora <omissis>,

      in merito al suo quesito, le confermo che può aprire la partita IVA con il regime " dei minimi" (molto conveniente in caso di attività) solo se prevede un fatturato nel limite massimo di <omissis>euro, non assume dipendenti, nè acquista beni per un importo superiore ai <omissis>euro e purche' non abbia mai svolto attivita' professionale in precedenza. Questo regime è molto vantaggioso perchè le permette di avere un 'imposta sostitutiva all'irpef del <omissis> sul reddito netto ( ricavi- costi), di non applicare gli studi di settore ( strumento per l'accertamento), di non applicare l'irap, la ritenuta d'acconto e le altre imposte addizionali.
      Ha solo l 'obbligo di conservare i documenti, il grosso vantaggio e' ovviamente l'imposta agevolata del <omissis> anzichè le aliquote ordinarie.
      Il regime dura massimo <omissis>anni (se ha meno di 3<omissis>anni può durare fino al compimento del <omissis>simo anno) e sempre che non venga superato il limite dei <omissis>euro di fatturato all'anno e sempre che si rispettino tutte le altre condizioni previste per questo regime.
      Con il regime ordinario invece dovra' liquidare l'imposta trimestralmente e ha l 'obbligo di registrare sia le fatture emesse che le fatture di acquisto.
      I costi per la gestione della contabilita', comprese tutte le dichiarazioni fiscali e la consulenza annuale, e' di <omissis>per il regime dei minimi e <omissis>euro per il regime
      ordinario.

      Cordiali saluti
      Belinda Minneci ( Cell <omissis>

  1. Preventivo commercialista per Avviare Attività 11/2/2013 @ Milano

    Apertura partita iva per libero professionista (ingegnere) regime dei minimi

    • Commercialista.com
      Risposta 12/2/2013

      uongiorno sig. D'El

  1. Preventivo commercialista per Avviare Attività 08/2/2013 @ Pavia

    Sono un dipendente a tempo pieno e svolgo tutt'altro lavoro, e data la mia passione per i pc vorrei aprire la partita iva cn il regime dei minimi in modo da svolgere dei piccoli lavoretti saltuari. Al momento faccio poche cose, ma mi permetterebbe di avere dei prezzi agevolati dai distributori. Potete aiutarmi ad iniziare? Grazie

    • Commercialista.com
      Risposta 08/2/2013

      orno sig. Ross

  1. Preventivo commercialista per Apertura Nuove Attività 28/1/2013 @ Milano

    Buongiorno, per iniziare l'attività di designer come libera professionista avrei intenzione di aprire una partita iva. dunque avrei bisogno di un commercialista che possa consigliarmi la tipologia di partita iva più adatta/vantaggiosa per la mia situazione e che possa naturalmente seguirmi per quanto riguarda tutti gli aspetti fiscali (tasse, contributi ecc.) se fosse possibile gradirei ricevere un primo preventivo per valutare che tipo di impegno economico prevede un servizio di tale genere....

    • Commercialista.com
      Risposta 29/1/2013

      Buongiorno signora <omissis>, in merito al suo quesito le consiglio di valutare l'apertura della partita IVA con il regime " dei minimi" se prevede un fatturato nel limite massimo di <omissis>euro e purche' non abbia mai svolto attivita' professionale. Questo regime le permette di avere un 'imposta sostitutiva all'irpef del <omissis> sul reddito netto ( ricavi- costi), di non applicare gli studi di settore ( strumento per l'accertamento), di non applicare l'irap, la ritenuta d'acconto e le altre imposte addizionali.
      Ha solo l 'obbligo di conservare i documenti ma il grosso vantaggio e' ovviamente l'imposta del <omissis>.
      Il regime dura massimo <omissis>anni sempre che non superi il limite dei <omissis>euro.
      Con il regime ordinario invece dovra' liquidare l'imposta trimestralmente e ha l 'obbligo di registrare le fatture emesse e di acquisto.
      I costi per la gestione della contabilita', comprese tutte le dichiarazioni fiscali e la consulenza annuale e' di <omissis>per il regime dei minimi e <omissis>euro per il regime
      ordinario.

      Cordiali saluti
      Belinda Minneci ( Cell <omissis>

  1. Preventivo commercialista per Consulenza Fiscale 16/1/2013 @ Bareggio

    Salve, ho un contratto di lavoro dipendente a tempo indetermianto presso un'azienda privata. Vorrei iniziare a fare delle consulenze come libera professionista e sapere quindi: - la compatibilità con il rapporto di lavoro dipendente - il regime fiscale da adottare inizialmente dato che al momento non ho ancora un network di clienti consolidato Grazie

    • Commercialista.com
      Risposta 17/1/2013

      Buongiorno signora <omissis>,
      Il rapporto di lavoro dipendente non le preclude di esercitare come libero professionista, aprendo la partita IVA ( a meno che non abbia delle restrizioni previste dal suo contratto di lavoro dipendente).
      Le consiglierei il regime dei minimi, se prevede un fatturato di <omissis>euro: in tal caso non avrebbe obblighi di registrazione dei documenti ma solo l'obbligo di conservare le fatture emesse e ricevute. Inoltre non dovrebbe applicare l'iva, non sarebbe soggetta agli studi di settore ( previsti per accertare se il reddito sia congruo), non sarebbe soggetta all'imposta irap pari sl <omissis>% e soprattutto avrebbe un'imposta sostitutiva all'irpef agevolata del <omissis>% ( tenga conta che la prima aliquota ordinaria e' del <omissis>). Questo regime e' previsto per un massimo di <omissis>anni e puo' accedervi solo se non ha mai avuto la partita IVA.
      Per quanto riguarda un'eventuale collaborazione, il costo per la gestione della contabilità', comprese le dichiarazioni fiscali, eventuale imu, predisposizione F<omissis> consulenza annuale e l'apertura della partita IVA, sarebbe di <omissis>euro all'anno se nel regime dei minimi e <omissis>se nel regime ordinario ( in cui ci sarebbero tutti gli adempimenti IVA). Ho lo studio in Milano centro.
      D. ssa Belinda Minneci ( Cell <omissis>

      Cordiali saluti
      D