Fai la tua richiesta e ricevi subito proposte dai nostri professionisti
Servizio richiesto

Cliccando su "Invia Richiesta" accetti le norme sulla privacy.

Maurizio Mirandola - Commercialista
Maurizio Mirandola

Maurizio Mirandola

Commercialista

3

4 contatti ricevuti a richieste e preventivi

Indirizzo:
Via Urbano III 2,
20123 Milano (Milano)
Matricola: 3093 - Note legali
Telefono: +39 02 5811863**
Cellulare: +39 333 337706**
Fax: +39 02 8324074**

Risposte inviate

4 Richieste di preventivo o consulenza ricevute. Chiedi anche tu

  1. Preventivo commercialista per Avviare Attività 06/8/2013 @ Milano

    informazioni su attività da avviare e dei servizi

    • Maurizio Mirandola
      Risposta 06/8/2013

      giorno <omissis>,

  1. Preventivo commercialista per Avviare Attività 07/5/2013 @ Milano

    Salve Avrei la necessità di aprire una partita iva con Regime dei Contribuenti minimi come libero professionista. Mi occupo di video e montaggio. Che aiuto potete offrirmi? grazie <omissis>

    • Maurizio Mirandola
      Risposta 08/5/2013

      Buongiorno <omissis>, nel suo caso, l'ideale sarebbe aprire una partita IVA come "minimo" che ha come limite il non superare un fatturato di <omissis>euro l'anno.
      I vantaggi sarebbero molteplici e tra questi due molto interessanti: il reddito derivante da tale attività viene assoggettato ad imposta sostitutiva del <omissis> e gli adempimenti sono veramente pochi, infatti i compensi non sono assoggettati nè ad IVA nè a ritenuta d'acconto, quindi anche il mio lavoro e di conseguenza il mio compenso è molto basso, circa <omissis>euro l'anno tutto compreso, anche la dichiarazione dei redditi.
      Oltre all'imposta sostitutiva del <omissis> dovrà versare il contributo INPS previsto dalla Gestione separata INPS del <omissis> circa.
      Per concludere, direi che come posizione è l'ideale per cominciare, perchè se la caverebbe con una imposizione totale del <omissis> (<omissis> + <omissis>) che, mi creda, è veramente bassa.
      Certo c'è il limite di <omissis>euro l'anno di fatturato, ma per iniziare va bene, poi se dovesse superare tale limite già il primo anno, diventerà automaticamente un soggetto "semplificato" con le normali regole di tassazione e di calcolo del reddito.
      Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti.
      Cordiali saluti.
      Maurizio Mirandola

  1. Preventivo commercialista per Apertura Partita IVA 23/1/2013 @ Sesto San Giovanni

    Buongiorno, vorrei avere informazioni circa l'apertura di una partita IVA come consulente informatico. Ho <omissis>anni e sono residente in Lombardia da poco meno di <omissis>anni. Attualmente sono un dipendente a tempo indeterminato con contratto al <omissis> in una piccola azienda di consulenza informatica di Milano da circa <omissis>anni, inquadrato come "impiegato tecnico di <omissis> categoria" ai sensi del CCNL UNIONMECCANICA. Il mio obiettivo sarebbe quello di avere un secondo lavoro in proprio come consulente info...

    • Maurizio Mirandola
      Risposta 23/1/2013

      Buongiorno <omissis>, nel suo caso, l'ideale sarebbe aprire una partita IVA come "minimo" che ha come limite il non superare un fatturato di <omissis>euro l'anno.
      I vantaggi sarebbero molteplici e tra questi due molto interessanti: il reddito derivante da tale attività viene assoggettato ad imposta sostitutiva del <omissis> e poi non va a cumularsi con il suo reddito da lavoratore dipendente; inoltre gli adempimenti sono veramente pochi, infatti i compensi non sono assoggettati nè ad IVA nè a ritenuta d'acconto, quindi anche il mio lavoro e di conseguenza il mio compenso è molto basso, circa <omissis>euro lorde l'anno tutto compreso, anche la dichiarazione dei redditi.
      Oltre all'imposta sostitutiva del <omissis> dovrà versare il contributo INPS previsto dalla Gestione separata INPS del <omissis>, perchè già iscritto ad altra forma previdenziale (INPS dipendenti).
      Per concludere, direi che come posizione è l'ideale per cominciare, perchè se la caverebbe con una imposizione totale del 2<omissis> (<omissis> + <omissis>) che, mi creda, è veramente bassa.
      Certo c'è il limite di <omissis>euro l'anno di fatturato, ma per iniziare va bene, poi se dovesse superare tale limite già il primo anno, diventerà automaticamente un soggetto "semplificato" con le normali regole di tassazione e di calcolo del reddito.
      Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti.
      Cordiali saluti.
      Maurizio Mirandola

  1. Preventivo commercialista per Contabilità Semplificata 22/1/2013 @ Milano

    Buongiorno, sono appena diventata agente di commercio e vorrei avere un preventivo per un commercialista che segua la gestione e la contabilità della mia partita iva. Grazie <omissis>

    • Maurizio Mirandola
      Risposta 23/1/2013

      Buongiorno, ho letto la sua richiesta e andando al nocciolo della questione, le posso proporre un importo annuale a forfait di <omissis>euro escluso contributo <omissis> Cassa DD.CC. e IVA <omissis>, per la tenuta della contabilità di tipo semplificato, comprensivo della consulenza fiscale nel corso dell'anno, delle liquidazioni trimestrali IVA, oltre naturalmente alla redazione di tutte le dichiarazioni relative alla sua posizione.
      In pratica un importo tutto compreso dal quale sono escluse solamente le eventuali spese vive, come ad esempio, se si deve iscrivere in CCIAA, c'è una pratica da fare che presuppone il versamento di bolli e diritti che restano a suo carico.
      Resto a disposizione per eventuali chiarimenti.
      Cordiali saluti.
      Maurizio Mirandola