Fai la tua richiesta e ricevi subito proposte dai nostri professionisti
Regime dei Minimi

Cliccando su "Invia Richiesta" accetti le norme sulla privacy.

Regime dei Minimi

Se vuoi il supporto di un consulente per valutare la migliore scelta per te nell'apertura della Partita Iva con il Regime dei Minimi,
compila ora la tua richiesta

Alessandro Guidotti

Buongiorno Sig.ra <omissis> e grazie per la richiesta. Il costo per la verifica richiesta è di euro<omissis>omnicomprensivo per tutte le annualità. Se lo desidera può contattarmi allo <omissis>oppure al<omissis>. A presto, Alessandro Guidotti.

Alessandro Guidotti Consulente del lavoro a Aprilia
Giorgio Cascone

Salve, la presente vale come preventivo da sottoporre all'assemblea. Quindi mi propongo per l'attività di amministratore del Vs. condominio, incluse le specifiche richieste di presenza almeno bimestrale, al costo annuo di euro <omissis>.

Giorgio Cascone Amministratore di condominio a Montecorvino Rovella
Davide Andreazza

Buonasera, in merito alla sua gentile richiesta, le potrei proporre un preventivo a forfait, tutto compreso, senza ulteriori oneri, di euro <omissis>(oltre a Cassa di Previdenza ed IVA di legge). I rapporti, dopo un primo incontro conoscitivo...

Davide Andreazza Contabilità a Treviso
Pietro Carioti

Buongiorno. Ecco alcuni dati indicativi. Per la gestione delle buste paga dei dipendenti , e di tutti i relativi adempimenti le propongo un costo annuo a dipendente di euro <omissis> Per l'elaborazione dei 730 l'importo è di...

Pietro Carioti Paghe e contributi a Milano

Richiedi un preventivo

È semplice: compila il modulo qui a fianco, avendo cura di descrivere dettagliatamente la tua richiesta.

Ricevi proposte

Un pool di professionisti selezionati riceverà la tua richiesta e ti fornirà la sua migliore proposta.

Valuta e scegli

Quando avrai ricevuto le proposte potrai scegliere il professionista da ingaggiare in base alle tue esigenze.

Come modificato dalla recente manovra finanziaria il regime dei contribuenti minimi, detto anche regime dei minimi, ha effetto a partire dal 1 Gennaio 2012. Il vecchio regime prende il nome di ex-minimi, e consentirà di beneficiare di alcune agevolazioni fiscali, ma non esonera dallo spesometro e dagli studi di settore. Tra le agevolazioni riconosciute ad entrambi i regimi (nuovi ed ex-minimi) resta invece l’esclusione dalla registrazione e tenuta delle scritture contabili ai fini IRPEF e IVA, l’esclusione dalla tenuta del registro dei beni ammortizzabili, dalle liquidazioni e versamenti periodici e dal versamento dell’acconto IVA, e l’esclusione dalla presentazione della dichiarazione e versamento dell’IRAP.

I requisiti per il nuovo regime dei minimi sono: i ricavi dell’anno precedente non dovranno superare i 30 mila euro e che il valore dei beni strumentali non dovrà superare i 15mila euro nell’ultimo triennio, assenza di operazioni verso Paesi extra Ue e l’assenza di costi per lavoratori dipendenti. Non si deve aver esercitato, nei tre anni precedenti, alcuna attività d’impresa, artistica e professionale, neppure in forma associata o familiare e l’attività non deve rappresentare la prosecuzione di un’altra svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo. Può accedere al nuovo regime dei minimi infine chiunque abbia avviato la propria attività dal 1 gennaio 2008, anche chi non dovesse aver inizialmente aderito a tale regime, per un massimo di 5 anni dall’inizio dell’attività. In deroga a tale limite, per agevolare l’imprenditoria giovanile, si potrà permanere nel regime fino al compimento dei 35 anni d’età.

L'imposta sostitutiva dei nuovi minimi non è più del 20% ma è fissata nella percentuale di maggiore favore al 5%.

Principali sevizi relativi a questa sezione:
  • Contribuenti minimi
  • Regime dei minimi 2012
  • Regime dei minimi INPS
  • Fattura regime dei minimi

Risorse utili: Requisiti Regime dei Minimi 2012, Definizione Regime dei Minimi su Wikipedia, Guida PDF Regime dei Minimi (Agenzia delle Entrate)

Preventivi richiesti da altri utenti

michele marcenaro

Buongiorno,

mia moglie vorrebbe aprire la partita iva con regime dei minimi. Si occupa di fisioterapia e Yoga a Jesi, lavorando nella nostra casa.
Vorrei avere un preventivo e capire quali sono gli sgravi di costi che si possono avere (telefono, auto, luce, riscaldamento, etc..). Vorremmo procedere con l'apertura della partita IVA per gennaio 2013.
Se servono ulterori chiarimenti sono a disposizione sia via mail che sul cellulare.
Grazie e saluti

luongo patrizia

Buongiorno,vorrei avere una consulenza gratuita informazioni per quanto riguarda libero professionista zona 3 citta studi ,grazie

Juri Bettini

Buonasera

Mi chiamo <em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>, sto per compiere 34 anni tra un mese e scrivo da Roma. Ho visitato il vostro sito internet e l' ho trovato molto interessante.

Vorrei, se siete d'accordo, porvi alcune domande su una mia idea e poi, se possibile, incaricarvi di effettuare i dovuti adempimenti per mio conto. Il tutto però è ovviamente subordinato a quanto mi direte (e cioè, per pura pratica, a ciò che permette o meno la legge). Veniamo a noi:

Sono un impiegato. Da qualche mese ho però deciso, data la crisi e la necessità sempre maggiore di portare soldi alla famiglia, di acquistare un dominio internet e di aprire un blog senza fini di lucro iniziali, ma che entro qualche tempo avrebbe dovuto trasformarsi in un sito di e-commerce "sfruttando" il passaparola ottenuto nei mesi no-profit.

Avendo già un lavoro primario, il tempo per pensare al blog ed al sito e-commerce è veramente poco. Secondo me è però giunta l'ora di passare alla "trasformazione". O adesso o mai più...

Per poterlo fare ho però bisogno di mettere le cose in regola perchè, si sà, in questo paese chi guadagna 10.000 euro l'anno (magari...) in una seconda attività senza dichiararli rischia di tutto e di più...chi invece intasca migliaia di euro al giorno in maniera illecita la fa sempre franca.

Non ho molte conoscenze in materia, per cui mi rivolgo a voi per sapere qual'è il regime fiscale al quale mi devo iscrivere come partita iva individuale per non pagare migliaia di euro di tasse all'anno, cosa che (vi dico con tutta onestà) mi farebbe subito cambiare idea e fermare il progetto prima di nascere.

Ho sentito parlare di regime dei minimi o di un regime fatto ad hoc per l'e-commerce che prevedono tasse abbastanza basse e che hanno addirittura spese zero su apertura e mantenimento della partita iva + altre agevolazioni.

Aspetto vostre correzioni nel caso avessi scritto qualche cavolata. In più aspetto il miglior consiglio che la vostra esperienza e la vostra professione mi possono dare. Mi occorre quindi sapere:

1) Qual'è il regime per aprire una partita iva individuale che faccia al caso mio, cioè che mi faccia uscire il meno possibile di tasse annue. Chiedo anche una quantificazione di queste tasse in termini di spesa (esempio inps quota fissa 2900 euro annui che se fosse sarebbe un vero disastro) o percentuale (esempio: inps 4% annuo sull'utile lordo)
2) Nel caso in cui affidassi a voi tutte la burocrazia e le pratiche iniziali di apertura attività, quanto vi dovrei corrispondere tra onorario e tasse/spese richieste dallo stato ?

Sperando di essere stato più chiaro possibile attendo vostre notizie. Se saranno buone vedrete che ci muoveremo anche subito. Sto cercando di contattare qualche fornitore ma senza partita iva mi ignorano del tutto, anche se provo a spiegare loro che si tratta di una "mancanza temporanea" e che sto per aprirla. Niente partita iva niente listini al rivenditore...mi dicono. Ed io come faccio secondo loro ad andarmi ad indebitare di tasse se prima non ho un riscontro di quanto posso guadagnare da una certa attività ?

Vi ringrazio molto per l'attenzione e per l'aiuto che vorrete darmi. Sperando in un'ottima collaboirazione, vi saluto cordialmente.


<em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>
<em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>@<em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>.com

Girolamo Rallo

Buongiorno,
Sono un lavoratore dipendere full time e a tempo indeterminato (ccnl commercio), inquadrato come analista finanziario .
Vorrei avviare un'attività con regime minimi del 5% a partire dall'inizio dell'anno prossimo; il codice ateco che ho individuato è l'82.11.01.
Vorrei sapere:
1) considerato che l'attività da dipendente sarà prevalente, vi chiedo se devo iscrivermi alla gestione separata commercianti? gestione separata inps?
2) sono previsti studi di settore dopo i 5 anni per questa specifica attività?
3) è prevista l'iscrizione a qualche ente previdenziale speciale (tipo enasarco)?
4) sono residente in Sicilia ma vivo a Milano; è un problema?
5) compenso annuo commercialista?

Grazie mille,
<em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>

Pietro Desiato

Salve,

volevo sapere intorno a quanto si aggira la spesa per la contabilità di una partita iva nel regime dei minimi già avviata. Grazie.

saluti,
<em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>

Marcello Bianconcini

Buongiorno,

Dovrei aprire una partita iva con il nuovo regime dei minimi e sto valutando alcuni preventivi.

La mia attività è quella di filmmaker: realizzo video su commissione, siti web, grafiche, motiongraphics, sceneggiature.

Volevo chiedere un preventivo per la gestione annuale della pratica, comprese spese di apertura e tutto.

Cordiali saluti,

M. <em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>concini

andrea noci

Apertura partita iva come procacciatore d' affari costi di apertura e gestione e tempi e modi di pagamento
Partita iva da aprire subito
Saluti <em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>

filippo berni

volevo aprire al parttia iva come agente di commercio

Luisa Marchesi

Buona sera,
avrei bisogno di sapere quanto possono ammontare i costi di apertura e tenuta conto della partita iva con regime dei minimi.

Vi ringraziono per la Vostra disponibilità.

<em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>