Fai la tua richiesta e ricevi subito proposte dai nostri professionisti
Paghe e Contributi

Cliccando su "Invia Richiesta" accetti le norme sulla privacy.

Paghe e contributi INPS

Hai un'azienda con dipendenti? Gli adempimenti di legge in merito alla rigorosa elaborazione e gestione delle buste page e dei contributi INPS, richiede il supporto di un consulente esperto: compila ora la tua richiesta.

Giorgio Cascone

Salve, la presente vale come preventivo da sottoporre all'assemblea. Quindi mi propongo per l'attività di amministratore del Vs. condominio, incluse le specifiche richieste di presenza almeno bimestrale, al costo annuo di euro <omissis>.

Giorgio Cascone Amministratore di condominio a Montecorvino Rovella
Dott. Giancesare Brivio - Studio Magni

Egr. Sig. <omissis>, il costo vero e proprio della procedura dovrebbe essere contenuto. Per quanto riguarda il costo per la gestione della stessa, dipende fortemente da evenutali complicazioni e contraddittori con l'Agenzia delle Entrate. Tenga conto che...

Dott. Giancesare Brivio - Studio Magni Consulenza Fiscale a Roma
Carla Aguzzi

Buon giorno, per costituire una Start Up occorre innanzi tutto costuire una Società di Capitali che nella maggior parte dei casi sono Srl o Srls. Per Start Up deve avere necessariamente un fine di livello tecnologico\scientifico. ci sono delle...

Carla Aguzzi Avviare Attività a Massa Lombarda
Angelo Martello

Buongiorno, il preventivo per la contabilità così dettagliatamente descritta è di euro <omissis>annue. Il costo è da imputarsi in larga parte agli adempimenti legati alle dichiarazioni fiscali (spesometro, studi settore, unico, iva irap) che...

Angelo Martello Dichiarazione dei Redditi a torino

Richiedi un preventivo

È semplice: compila il modulo qui a fianco, avendo cura di descrivere dettagliatamente la tua richiesta.

Ricevi proposte

Un pool di professionisti selezionati riceverà la tua richiesta e ti fornirà la sua migliore proposta.

Valuta e scegli

Quando avrai ricevuto le proposte potrai scegliere il professionista da ingaggiare in base alle tue esigenze.


Paghe e contributi INPS

Paghe

Gestione delle Paghe e Contributi INPS in imprese con dipendenti e collaboratori

Gli imprenditori ogni giorno devono gestire correttamente uno o più rapporti con i dipendenti e sono obbligati ad adempiere ad una serie di obblighi previdenziali e contabili ad essi connessi, a partire dal momento della instaurazione del rapporto di lavoro, con le diverse tipologie contrattuali, fino a quello della cessazione. L’esatta e rigorosa elaborazione e gestione della busta paga e dei contributi INPS rappresenta un momento cruciale per la vita stessa di un’azienda. Si tratta di un’operazione che spesso è affidata ad un professionista esterno all’azienda, esperto in paghe e contributi INPS in imprese con dipendenti e collaboratori, vista la complessità e la delicatezza della materia.

Gestione paghe, come fare

Gestione paghe: come fare

Dal momento in cui un imprenditore assume uno o più dipendenti nella sua azienda, si costituisce tra di loro un rapporto assicurativo-previdenziale. Ciò comporta a carico del datore di lavoro l’obbligo di iscrizione agli appositi enti previdenziali.

Con questo adempimento l’imprenditore denuncia la propria esistenza, dichiarandola agli enti previdenziali, ma senza far sorgere ancora l’obbligo di versamento dei contributi. L’INPS, in questa fase, attribuisce all’impresa:

  • un numero di matricola corrispondente alla sua posizione previdenziale
  • una classe d'inquadramento nell’artigianato, agricoltura, industria o commercio
  • dei codici di autorizzazione per poter effettuare il calcolo contributivo e permettere il conseguente versamento degli importi dovuti.

A tal proposito, con la L.30/2003 e D. Lgs. 276/2003, detta Riforma Biagi,  è stata applicata al mercato del lavoro la regola della massima flessibilità, nell’interesse sia del lavoratore che avrà maggiori e più variegate probabilità di lavoro, che del datore di lavoro che potrà utilizzare nuovi schemi del rapporto di lavoro, tutti diversi e adatti alle sue mutevoli esigenze. Tali nuovi schemi, ognuno con le sue regole ed i suoi codici previdenziali, sono:

  • lavoro intermittente
  • lavoro ripartito
  • lavoro occasionale
  • lavoro accessorio
  • apprendistato
  • inserimento
  • somministrazione
  • appalto

Nel momento in cui si stipula il contratto di lavoro effettivo  e segue la reale assunzione di uno o più lavoratori, scatta l’obbligo contributivo vero e proprio. A questo punto infatti il datore di lavoro deve denunciare telematicamente le singole assunzioni  agli enti previdenziali e al Centro per l’Impiego, accedendo ad una speciale procedura di comunicazione unificata, detta UNILAV.

Dal momento dell’iscrizione, l'azienda deve tenersi costantemente in contatto con gli enti previdenziali, per segnalare ogni variazione della sua attività. Sempre in via telematica ed entro 30 giorni dal loro verificarsi, l’imprenditore dovrà comunicare ogni sospensione, variazione o cessazione dell'attività.

Modelli EMens - DURC - DM10

Modelli EMens - DURC - DM10

Preciso adempimento previdenziale dei datori di lavoro è quello relativo al modello EMens, che può essere presentato personalmente o tramite gli incaricati abilitati. Con questo modello i sostituti d’imposta, per legge tenuti alla consegna della certificazione unica (CU), trasmettono mensilmente agli Enti previdenziali i dati retributivi e le informazioni utili:

  • al calcolo dei contributi;
  • all’implementazione delle posizioni assicurative individuali;
  • all’erogazione delle prestazioni.

Il calcolo dei contributi, ovviamente compete al datore di lavoro, sulla base dei dati che esso stesso raccoglie e comunica all'INPS. Mentre a quest'ultima spetta poi verificare la congruenza dei dati. Stando al versamento dei contributi dovuti agli enti previdenziali, una quota è a carico del datore di lavoro ed una quota è a carico del dipendente. Quest’ultima è una quota a debito della retribuzione imponibile e viene trattenuta nella busta paga del lavoratore dal datore di lavoro e spetta a lui versarla all’INPS. In caso di mancato o incompleto versamento di queste quote ci sono gravi conseguenze penali a carico del contravventore. A tal proposito l’INPS vigila sull’esatto versamento dei contributi obbligatori, ma ci sono anche altri organismi che fanno lo stesso, altri enti previdenziali e gli ispettori del Ministero del Lavoro.

La stessa azienda, in caso di dubbi può richiedere un documento che attesti la sua regolarità nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali nei confronti dell’Inps e degli altri organismi assistenziali ed assicurativi. Tale documento è il D.U.R.C., Documento Unico di Regolarità Contributiva.

Dopo aver denunciato le sue assunzioni, il datore di lavoro con il modello DM10, da presentarsi esclusivamente in via informatica, denuncia all'INPS anche le dettagliate retribuzioni mensili che ha corrisposto ai suoi dipendenti, calcolando i contributi dovuti ed indicando gli eventuali conguagli per le prestazioni da lui anticipate per conto dell’INPS. In questa sede il datore di lavoro indicherà anche le agevolazioni cui ha diritto e gli sgravi da applicare alle singole voci. Alla fine si dovrà fare un saldo tra i contributi da versare e le somme da ricevere. La differenza tra le voci di debito e di credito può dare luogo ad un saldo attivo di debito per l’azienda o passivo, cioè a credito per l’azienda. Ovviamente i modelli DM10 sono controllati non solo formalmente, ma anche nel contenuto contabile e confrontati con le caratteristiche contributive dichiarate in sede di iscrizione ed associate alla specifica matricola dell’azienda. L’INPS quindi ricalcola le singole voci e se verifica l'esistenza di errori di esposizione li segnala all’azienda stessa mediante una nota di rettifica che a sua volta può essere attiva, con somme ancora dovute dall’azienda all’INPS, o passiva, con somme lasciate a credito dell’azienda.

Cerchi un consulente per l'elaborazione delle buste paga?


Invia la tua richiesta di preventivo ora. Ricevi proposte da professionisti selezionati, gratuitamente e senza impegno. Preventivo

Composizione Busta paga

Esempio Busta Paga

Tutti i lavoratori dipendenti che svolgono una precisa attività subordinata, percepiscono una retribuzione per il lavoro svolto. Tutto ciò che i datori di lavoro elargiscono ai loro dipendenti sotto forma di retribuzione rappresenta, dal punto di vista fiscale, un reddito da lavoro dipendente ed è sottoposto a imposizione fiscale ai fini IRPEF.

La retribuzione, al lordo delle trattenute e delle imposte, rappresenta la base su cui vengono calcolati i contributi previdenziali.

Questi dati devono emergere dalla busta paga. Mensilmente, il datore di lavoro è obbligato a consegnare la busta paga insieme alla retribuzione. La busta paga contiene l’esatta definizione monetaria dei rapporti tra lavoratore, datore di lavoro, Stato ed enti previdenziali. In essa vi è infatti riportata la somma corrispondente alla retribuzione, le imposte trattenute per essere versate allo Stato e le trattenute previdenziali da versare agli enti appositi. Il datore di lavoro è, in questo caso, un sostituto d’imposta, poichè assume le veci dei propri dipendenti nel momento in cui paga in nome loro le imposte ed i contributi previdenziali ed assistenziali. A ciò servono le trattenute operate sui loro stipendi. Tale contribuzione previdenziale è ovviamente obbligatoria e sarebbe nullo ed illegale qualsiasi accordo tra le parti volto ad aggirarlo.

Voci in Busta Paga

Le singole voci che devono necessariamente comporre la busta paga sono individuate dai contratti collettivi di lavoro per ogni categoria di lavoratori, ma di regola sono costanti almeno tre voci:

  • la retribuzione diretta: che è lo stipendio di base, con l'indennità di contingenza, i già maturati scatti di anzianità, l'eventuale premio di produzione, il c.d. superminimo
  • la retribuzione indiretta: quella relativa al periodo di ferie, alle vacanze per festività, ai permessi studio ed alle  mensilità supplementari(tredicesima, quattordicesima)
  • la retribuzione differita: comprende il trattamento di fine rapporto (TFR) ed altre indennità equipollenti
  • fringe benefits: i compensi in natura o vantaggi accessori

CU Certificazione Unica

Al datore di lavoro spetta di compilare il modello CU (ex-CUD Certificazione Unica dei redditi) per attestare una serie di operazioni effettuate nel corso dell’anno nei confronti dei dipendenti:

  • i redditi corrisposti
  • le ritenute operate sui redditi
  • le deduzioni e le detrazioni richieste dal lavoratore
  • le retribuzioni su cui i contributi degli altri Enti previdenziali sono stati versati
  • le somme erogate quali corrispettivi dei rapporti di collaborazione

Tabella riassuntiva delle singole voci dello stipendio e delle trattenute

Voci stipendio Importi di esempio
Stipendio base mensile 1.763,89
Vacanza contrattuale mensile 13,23
Indennità di comparto mensile 51,90
Totale Stipendio Mensile 1.829,02
Rateo 13^(solo su voce 1+5) 148,09
Rateo ferie e festività soppresse 175,87
TOTALE 2.152,98
Divisore convenzionale ** 156
Costo orario (=7/8) 13,80
Oneri TFR (6,91%) 0,95
Oneri contributivi INPS a carico Azienda (28,68%) 3,96
Premi INAIL (1,818%) 0,25
Contributi Formazione (4,00%) 0,55
contributi Ebitemp (0,20%) 0,03
Totale oneri 5,74
TOTALE COSTO ORARIO + ONERI 19,54

Oneri contributivi Aliquote
Aliquota I.V.S. a carico del datore di lavoro 23,81%
Aliquota Ds 1,31%
Aliquota maternità 0,24%
Aliquota CUAF 0,68%
Aliquota malattia 2,44%
Aliquota Fondo Garanzia TFR 0,20%7
Oneri contributivi a carico datore di lavoro 28,68%

Preventivi richiesti da altri utenti

diego moretto

Buon giorno,
avrei bisogno di capire se e come poter recuperare i contributi previdenziali trattenuti in busta paga durante il servizio di leva, che al momento non sono presenti nel mio estratto conto INPS.

Abruzzese Maria Antonietta

buongiorno, preventivo per gestione buste paghe e contributi.
distinti saluti

grazia paino

preventivo
Consulente del lavoro per
- buste paghe dipendenti
- 770 dipendenti
- CUD
- F24
- riepilogo buste
e quant'altro relativo i dipendenti (assunzione, fine rapporti ecc...)

paino grazia

consulente del lavoro
- buste paghe
- F24
- CUD
- riepiloghi buste
- assunzioni o fine rapporti ecc.....

Giovanni Cutello

ho una dipendente, impiegata di quarto livello, contratto di lavoro studi professionali, che svolge un part-time al 52%. desidero sapere se il vostro studio può gestire questa posizione e con quale costo annuo tutto compreso.

mauro basso

controllare le buste paghe e contributi

Roberto Murgolo

Buongiorno, vorrei avere un preventivo solo per elaborazione busta paga e contributi per ogni singolo dipendente .

Martinelli corrado

Apertura di nuovo locale con bar e ristorazione più zona ballo . Avvio
attività, gestione contabile e buste paga
Grazie

alami mohammed

Buona sera,

Devo assumare un badanti 4 ore al giorno come devo fare .

Grazie

giovanni de vizia

Gradirei conoscere preventivo per busta paga e versamento contributi colf per donna marocchina 25 ore settimanali a tempo indeterminato, in attesa distintamente saluto. <em class="omissis">&lt;omissis&gt;</em>.