Sei esperto del settore?
Diventa subito Autore!

Inizia a scrivere

Partita iva Regime minimi 2016

Partita iva Regime minimi 2016

Partita iva Regime minimi 2016

Partita iva Regime minimi 2016

    maraglino

    Home » Archivi per Maurizio Maraglino Misciagna
    ­
    Maurizio Maraglino Misciagna

    Informazioni su Maurizio Maraglino Misciagna

    Dottore Commercialista, Revisore legale, giornalista pubblicista e innovatore. Presidente Ugdcec Taranto e Puglia Startup. Dal 2015 è coordinatore scientifico per Commercialista.com/extra
    7 08, 2015

    Modello AA9: Come compilare il nuovo modello AA9/2012 per dichiarazione di inizio attività

    Di |agosto 7th, 2015|Categorie: Fisco, Imprese|Argomenti trattati: , |0 Comments

    Devi compilare il modello di dichiarazione di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini IVA? Ti illustriamo come farlo in maniera semplificata.
    28 07, 2015

    Società tra professionisti: come avviarla?

    Di |luglio 28th, 2015|Categorie: Avviare Attività|Argomenti trattati: , |0 Comments

    Le società tra professionisti (Stp) consente di andare oltre la consueta formula dello studio associato, aggregando anche soci iscritti a organi professionali diversi o anche non iscritti affatto (purché il loro contributo sia riservato esclusivamente a prestazioni tecniche o investimenti).
    3 07, 2015

    Procedura Compilazione Modello Unico 2015

    Di |luglio 3rd, 2015|Categorie: Compliance, Fisco|Argomenti trattati: |0 Comments

    Per effetto dell’art. 10 del decreto legislativo n. 241/97, con riferimento ai contributi dovuti per l’anno 2014, i titolari di imprese artigiane e commerciali e i soci titolari di una propria posizione assicurativa tenuti al versamento di contributi previdenziali, sia per se stessi, sia per le persone che prestano la propria attività lavorativa nell’impresa (familiari collaboratori), debbono compilare la sezione I del quadro RR del modello Unico PF 2015.
    20 05, 2015

    Accedere alla procedura di crisi da sovraindebitamento

    Di |maggio 20th, 2015|Categorie: Normativa|Argomenti trattati: , |2 Comments

    La disciplina del sovraindebitamento, prevista dalla legge 27.01.2012, n. 3, rappresenta una novità assoluta per l’ordinamento italiano poiché recupera il vuoto legislativo generato dalla riforma delle procedure concorsuali del 2005. La Riforma del 2005, infatti, ha eliminato uno degli aspetti sanzionatori previsti dalla legge fallimentare del 1942 e aggiungendo, a favore del fallito persona fisica, la possibilità dell’esdebitazione (art. 142 e ss. l. fall.). Tale procedura si sostanzia nel diritto alla cancellazione di tutti i debiti non soddisfatti dalla liquidazione dell’attivo della procedura concorsuale dopo la conclusione di quella aperta con la sentenza dichiarativa di fallimento.
    14 05, 2015

    Come comportarsi con gli studi di settore 2015? Ecco i dettagli

    Di |maggio 14th, 2015|Categorie: Fisco, Normativa|Argomenti trattati: , , , |0 Comments

    È tempo di dichiarazione dei redditi e subito arrivano le delucidazioni sui nuovi studi di settore da utilizzare per il periodo d’imposta 2014. Nei nuovi correttivi anticrisi per gli Studi di Settore del 2014, applicabili in sede di UNICO 2015. Il calcolo dell’efficienza produttiva è stato basato su un modello di analisi che prende in considerazione il personale e il capitale impiegato.
    29 04, 2015

    Come compilare il Quadro Unico Sc 2015 dedicato alle startup innovative

    Di |aprile 29th, 2015|Categorie: Fisco, Imprese, Startup|Argomenti trattati: , , , , , |3 Comments

    artita ormai da qualche settimana la campagna ufficiale ai dichiarativi fiscali 2015 con una serie di novità imminenti rispetto al passato, una tra tutte l’introduzione del nuovo 730 precompilato. Ma le novità riguardano anche gli altri modelli dichiarativi meglio conosciuti con il termine UNICO, il modello ordinario di dichiarazione dei redditi con il quale è possibile effettuare più dichiarazioni fiscali. A differenza del modello 730, nel modello Unico i versamenti delle imposte sono effettuati direttamente dal contribuente attraverso il modello F24, che deve essere presentato in banca o in posta.
    2 04, 2015

    Spesometro 2015: ecco come funziona la comunicazione polivalente

    Di |aprile 2nd, 2015|Categorie: Fisco|Argomenti trattati: , , , , |1 Comment

    Ai nastri di partenza anche quest’anno per lo Spesometro 2015, meglio noto come “Comunicazione Polivalente”, l’adempimento fiscale che obbliga commercianti, artigiani e professionisti, e in generale per tutti i titolari di partita Iva, a comunicare le spese effettuate dai propri clienti.
    26 03, 2015

    730 Precompilato: ecco come funziona

    Di |marzo 26th, 2015|Categorie: Fisco|Argomenti trattati: , , , , , , , |1 Comment

    Dal prossimo 15 aprile 2015 si apriranno le porte al nuovo 730 precompilato, la nuova dichiarazione dei redditi annunciata nel nuovo D.lgs. di semplificazione fiscale, in attuazione della delega fiscale, che prevede che ogni anno, a partire dal 15 aprile, l’Agenzia delle Entrate metta a disposizione dei contribuenti la dichiarazione dei redditi precompilata, accessibile direttamente online.
    24 03, 2015

    Il nuovo piano di work for equity per la startup innovativa e l’incubatore certificato

    Di |marzo 24th, 2015|Categorie: Startup|Argomenti trattati: , , , |0 Comments

    Lo scorso 10 marzo 2015 il Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) ha pubblicato un nuovo documento con le altre novità in materia di startup innovative e incubatori certificati per far fronte alle modalità per l’implementazione di piani di incentivazione e remunerazione che prevedano l'assegnazione di azioni, quote e strumenti finanziari partecipativi da parte delle startup innovative e degli incubatori certificati. Un documento che va a sostenere l’art 27 del Decreto-Legge del 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con Legge 17 dicembre 2012, n. 221 in riferimento al tema meglio conosciuto come “stock option e work for equity”.
    6 03, 2014

    Un convegno sulla gestione della crisi d’impresa organizzato da UGDCEC di Taranto

    Di |marzo 6th, 2014|Categorie: Argomenti d'attualità|Argomenti trattati: , |0 Comments

    Venerdì 7 marzo 2014 dalle ore 15.10 alle ore 18.00 in Taranto, presso la Sala Resta della Cittadella delle Imprese, Viale Virgilio n. 152, si terrà il convegno gratuito “LA GESTIONE DELLA CRISI D’IMPRESA: Gli strumenti a disposizione dell’imprenditore per fronteggiarla” organizzato dall’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Taranto. L’evento è in fase di accreditamento presso il CNDCEC per il riconoscimento di n. 3 crediti validi per la FPC.
    12 11, 2013

    Il processo analitico di pianificazione finanziaria in azienda

    Di |novembre 12th, 2013|Categorie: Consulenza Aziendale|Argomenti trattati: , , , , |0 Comments

    La finanza aziendale è una funzione, oggi di fondamentale importanza, che ha dei riflessi non solo su aspetti di carattere finanziario, ma anche economici e patrimoniali. Questo concetto è facilmente comprensibile, in quanto dal reddito o dalla perdita prodotti dalla gestione aziendale si determina un incremento o una diminuzione del patrimonio e di conseguenza anche una variazione positiva o negativa delle risorse finanziarie messe a disposizione.
    7 10, 2013

    La Commissione Europea stanzia 100 milioni di euro per fare impresa digitale

    Di |ottobre 7th, 2013|Categorie: Startup|Argomenti trattati: , , , |0 Comments

    La notizia è del luglio scorso, tuttavia la call rimane ancora aperta vista anche la portata del plafond: 100 milioni di euro. La Commissione Europea ha previsto sovvenzioni per 100 milioni di euro a favore di circa 1.000 start-up e altre imprese altamente innovative per lo sviluppo di app e altri servizi digitali in settori quali i trasporti, la salute, la produzione intelligente, l’energia e i media.
    16 09, 2013

    Duecento milioni di euro per le Startup del Sud Italia

    Di |settembre 16th, 2013|Categorie: Avviare Attività, Imprese, Startup|Argomenti trattati: , , , |0 Comments

    Si chiama Smart & Start il nuovo bando gestito da Invitalia per le regioni del Mezzogiorno d’Italia che dà la possibilità di accedere ad una linea di credito che consente l’avviamento di nuove imprese o il finanziamento di imprese già costituite da non più di 6 mesi. Un bando da non sottovalutare vista la sua dotazione economica che ammonta a 190 milioni di euro in via esclusiva per le regioni di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.